Resoconto del progetto informatico rivolto alle famiglie A.I.S.EA

Eccovi un breve resoconto del progetto A.I.S.EA per l’acquisto di materiale informatico rivolto alle nostre famiglie. A chi ha partecipato (l’adesione era entro il 31 luglio scorso), ricordiamo che il 30 settembre, se non ha ancora provveduto, scade il termine massimo entro il quale farci pervenire tutta la documentazione per il rimborso della dotazione acquistata. Non verranno rimborsate fatture ricevute dopo tale data.

Il miglioramento della qualità di vita dei nostri cari affetti da emiplegia alternante è una priorità per l’Associazione A.I.S.EA. Le tecnologie informatiche si sono rivelate, soprattutto negli ultimi anni, strumenti molto utili per agevolare la comunicazione, la scrittura, lo studio e la socialità stessa dei nostri ragazzi. Spinti da questa considerazione, abbiamo dato vita a un’iniziativa per utilizzare in maniera efficace il contributo del 5×1000 dell’anno fiscale 2019, da impiegare per progetti associativi entro trentasei mesi successivi al suo accredito.

È stato proposto a tutte le famiglie A.I.S.EA l’acquisto di uno strumento informatico (personal computer, tablet, cellulare, lettore e-book, comunicatori o dispositivi analoghi), che fosse di supporto alle attività quotidiane dei propri cari con emiplegia alternante. La richiesta di adesione al progetto andava inoltrata tassativamente entro il 31 luglio 2022 alla casella di posta elettronica del presidente Luca Fiorillo e in copia alla consigliera Paola Bona, indicando la dotazione tecnologica scelta. Il rimborso massimo consentito è stato concordato dal Consiglio Direttivo di A.I.S.EA nella cifra di € 500,00 a persona affetta da emiplegia alternante. Successivamente all’approvazione della richiesta, resta indispensabile fornire entro il termine del 30 Settembre 2022 una serie di documenti per ottenere il rimborso, ossia:

  • Preventivo e fattura o ricevuta fiscale della spesa;
  • Certificato del medico curante o specialista che attesti l’utilità per il soggetto all’utilizzo di strumenti tecnologicamente avanzati.
  • IBAN per il rimborso.

Diciotto famiglie hanno chiesto di aderire al progetto, la metà ha già portato a termine l’iter e ottenuto il rimborso. Abbiamo ricevuto manifestazioni di apprezzamento per l’iniziativa e per l’attenzione costante dell’Associazione nei confronti dei soci. Ci riteniamo soddisfatti e invitiamo chi non ha ancora provveduto a completare l’iter per ottenere il rimborso.

Con la speranza di condividere ancora tanti progetti insieme, vi stimoliamo a partecipare alla vita associativa, segnalando le vostre esigenze, raccontando ciascuno le proprie storie ed esperienze, diventando protagonisti con proposte, progetti, raccolte fondi, iniziative di comunicazione.

Restiamo “connessi”.

Un caro saluto a voi tutti